Docenti interni

castelluzzo   Roberta Castelluzzo

Acrobatica aerea, tecnica ed espressività

Ha studiato le tecniche dell’espressività corporea con Lindsay Kemp, David Haughton, Moses Pendleton, Solene Fiumani e Hal Yamanouchi, con il quale ha collaborato come assistente per progetti teatrali e formativi. Studia come clown teatrale con Vladimir Olshansky (clown solista Cirque du Soleil). Studia acrobatica aerea tra gli altri con Roberto Magro, Valeria Zurlo, Martina Nova, Caroline Petrement. Codirettice artistica del Teatro Furio Camillo di Roma e fondatrice della Compagnia Materia Viva, che dal 1992 svolge un ininterrotto lavoro teatrale in particolare sulla ricerca di tecniche circensi di equilibrismo e acrobatica aerea. Laureata all’Università degli Studi di Roma la Sapienza sulle “Tecniche del lavoro dell’attore”, lavora da diversi anni come regista ed attrice teatrale. Ammessa nel 96 al Progetto ETI “Clown in Corsia – Soccorso Clown” per il quale lavora presso diversi ospedali pediatrici d’Italia. Collabora in qualità di Formatrice per progetti con Amicucci Formazione, Luiss Business School, Gessi, Bnl e con diversi enti privati, scuole e compagnie teatrali.

Ideatrice e curatrice del progetto di creazione e ricerca “Racconti d’aria”, sul quale pubblica nel 2015 l’omonimo testo.


alessandra-lanciotti_1   Alessandra Lanciotti

Acrobatica aerea, tecnica ed espressività

Attrice di gesto e di parola, acrobata, trampoliera, clown, danzatrice, trapezista, laureata in lettere con indirizzo discipline dello spettacolo, con una tesi in storia del teatro all’università La Sapienza di Roma, e diplomata presso la Scuola Internazionale di teatro Circo a Vapore di Roma. Studia teatro danza con maestri come Hal Yamanouchi, Lindsay Kemp, Solene Fiumani, Moses Pendelton. Studia come clown teatrale con Vladimir Olshansky (clown solista Cirque du Soleil). Studia acrobatica aerea tra gli altri con Roberto Magro, Valeria Zurlo, ed altri artisti nazionali ed internazionali. Insegnante di espressività corporea ed acrobatica aerea. Fondatrice nel 2000, insieme ad altri artisti, della compagnia Materiaviva Performance, con la quale crea spettacoli di ricerca nei quali si uniscono le arti circensi al linguaggio teatrale.

Dal 2010 collabora con la compagnia Mattatoio Sospeso in spettacoli di danza verticale e teatro di strada. Dal 2012 codirettrice del Teatro Furio Camillo di Roma. Insieme all’associazione l’Archimandrita produce spettacoli e organizza rassegne teatrali. Dal 2013 codirettrice artistica del Festival Internazionale di Circo Teatro “Battiti”. Dal 2016 fa parte del gruppo di lavoro della FNAS (Federazione Nazionale Artisti di Strada) che si occupa della formazione degli artisti.


gianluca-gentiluomo_1 Gianluca Gerlando Gentiluomo

Acrobatica aerea, corda verticale

Dopo circa dieci anni di spettacoli di strada e differenti collaborazioni nell’ambito dello spettacolo, Gianluca G. Gentiluomo si forma alla “Scuola di Cirko Vertigo” specializzandosi in Corda Verticale e prosegue gli studi nella scuola “Arc en Cirque” di Chambery (Francia) attraverso una formazione artistica del maestro Lan N’Guyen e crea il suo spettacolo “Sale-spectacle de Cirque, Musique et Cordes d’amour” (regia, Milo Scotton). Approfondisce la Corda Molle anche prendendo parte alla creazione dello spettacolo “VertigoSuiteStudio” (regia di C.M.Sismondi, Blucinque/Cirko Vertigo).

Approfondisce la Tecnica e la Ricerca Tecnica della Corda Verticale formandosi con Silvia Francioni, Arian Miluka, Nacho Ricci, Emiliano Ron, Leo Headman, Roman Fedin.

Partecipa a numerosi festival in Italia e all’estero

In possesso del BIAC (Brevet d’Initiation aux Arts du Cirque) rilasciato dalla FFEC francese, abilitato all’insegnamento delle arti circensi per amatoriali e professionali.


teodora-grano_1  Teodora Grano

Acrobatica aerea, tecnica ed espressività

Si diploma come attrice all’Accademia Dei Piccoli di Firenze diretta la L.B.Luzi. Interessata al movimento come espressione studia danza contemporanea e teatro fisico con vari artisti e compagnia tra cui Mamadou Dioume, Cesare Ronconi, Danio Manfredini, Mariangela Gualtieri, Francesco Manetti, Rosa Masciopinto, Emmanuel Gallot-Lavalle, Marta Ciappina, Mariella Celia, Raffaella Giordano, Giorgio Rossi, Milan Kozanek, Martin Kravitz, Claude Coldy, Guy Cools, Peggy Olieslagers. Collabora con compagnie di teatro fisico e danza tra cui: The KEE Ensemble(Berlino), Studio Matejka (Wroclaw), Katarina Brestovanska (Bratislava), Materiaviva (Italia) e parallelamente lavora a progetti personali come: Phalena e Crashlanding.

Inizia a praticare tecniche aeree nel 2008, nel corso degli anni studia tra gli altri con Elodie Donaque, Natalia Fandino, Nicole Kehereberger, Oscar Rojas, Emiliano Ron. Studia anatomia e fisiologia del movimento col dott. Osteopata A.Tiburzi.

Sviluppa una ricerca di movimento focalizzata sulla fluidità e la qualità del gesto.

Ha insegnato al corso di formazione professionale di circo presso la S.I.A.C.C. Di Liana Orfei e ha condotto workshop in Italia ed Europa in cui propone elementi di tecnica e di composizione e improvvisazione in aria.


chiaraVitale Chiara Vitale

 

Acrobatica aerea, cerchio

Artista di circo specializzata in acrobatica aerea

Dopo aver studiato recitazione e Commedia dell’arte, si avvicina al mondo delle discipline circensi diplomandosi presso il Corso di Nouveau Cirque della Scuola di Teatro A. Galante Garrone (Bologna) e specializzandosi poi in cerchio aereo presso la Scuola di Circo Flic di Torino. La sua formazione teatrale unita a quella fisica la portano a concepire il movimento acrobatico non come gesto tecnico puramente performativo ma come mezzo di comunicazione e narrazione capace di trasmettere immagini e sensazioni che solo un corpo in equilibrio precario può suggerire. In particolare, durante gli anni alla Flic ha intrapreso una ricerca sul cerchio aereo a due corde, sperimentando come minimi cambiamenti di peso spostano il cerchio dalla sua asse verticale e creano nuovi spazi di movimento. Ne risulta un numero originale e personalissimo, in cui il cerchio che oscilla e il corpo che ci scivola dentro flessuoso diventano una cosa sola.


dipietro   Linda Di Pietro

Tecniche interpretative e teatro sensoriale

Regista e attrice romana di nascita si diploma a vent’anni alla Scuola Internazionale di Teatro di Roma e inizia a lavorare come attrice con alcuni registi del teatro italiano come Walter Manfrè, Marco Maltauro, Gabriele Lavia.

Parallelamente insegna nella Scuola Internazionale di Teatro e si specializza nel clown teatrale con Vladimir Olshansky (clown solista Cirque du Soleil), Paola Coletto (Ecole Jacques Lecoq), Robert Mc Neer, iniziando l’attività di clown terapia nei reparti pediatrici di alcuni ospedali romani. Porta avanti la sua ricerca e formazione frequentando il Laboratorio permanente di Cinema e Teatro Duse Studio diretto da Francesca De Sapio (membro dell’Actor’s Studio di NY), la Scuola dei Sensi diretta da Enrique Vargas del Teatro de Los Sentidos, studia ancora il Metodo con Juan Carlos Corazza (Estudio International del actor). Nel 2007 inizia il sodalizio con l’autore MarcoAvarello con il quale porta in scena diversi spettacoli nella Capitale: Streghe, Le Altre, La Vicaria, Uova di Lompo, e l’happening teatrale MAV Museo di Arte Viva.

Dopo qualche anno, grazie alla collaborazione con la società di produzione Vox Communication partecipa come attrice e regista a rilevanti progetti come la rassegna VoceDonna col patrocinio della Presidenza della Camera dei Deputati e Roma Capitale.

Nel 2011 fonda la Compagnia Teatrale Itinerante L’Orto delle Fate specializzata nel teatro per l’Infanzia.

A Ottobre 2014 ha curato la regia dello spettacolo “La Notte di Pinocchio”, prodotto da Vox Communication con Carlo Valli, storico doppiatore dell’attore Robin Williams.

A maggio 2015 dirige lo spettacolo “Il Compleanno di Mary” con Pamela Villoresi protagonista, una produzione Vox Communication che debutta al Teatro Palladium in collaborazione con l’Università di Roma Tre.


ShayWapniaz   Shay Wapniaz

Giocoleria

Dal 2007 attivo professionalmente come giocoliere, sia in Italia che all’estero.

Si è formato con artisti quali Iris Ziordia (cirque plume), Jorge Silvestre, Stefan Sing, Oscar Diguez, Emilia Tau, Roxana Kuwen, Milo scotton e Emiliano Ferri, Endika Salazar.

Tra il 2008 al 2011 studia presso la scuola di Circo Carampa con la quale collabra per l’insegnamento della giocoleria, e presso le scuole di circo di Lima (Perù), Agarrate Catalina e La Tarumba. Collabora inoltre come insegnante per il corso professionale dell’Accademia Materiaviva e tiene workshop in collaborazione con diverse realtà circensi e sportive, italiane ed estere.

andrè casaca André Casaca

Teatro comico e clownerie

Nato in Brasile e radicato in Italia dal 1995, attore, regista, clown e ricercatore teatrale. In Brasile ha fatto ricerca sulla preparazione fisica dell’attore dal 1991 al 1994 nel dipartimento di ricerca dell’università di Campinas – Sao Paulo, LUME Nucleo Interdisciplinar de pesquisas teatrais. In Italia è stato allievo nel Centro internazionale di formazione, ricerca e creazione teatrale L’ALBERO di Yves Lebreton di cui è stato anche assistente. Casaca è uno dei maggiori professionisti del teatro corporeo e clown sul territorio italiano. Attore, Ricercatore Teatrale, Clown, Regista, ideatore del metodo “Educazione comico – relazionale”. Si dedica al teatro da più di 23 anni, il suo metodo artistico e pedagogico é riconosciuto in Italia e all’estero, nel campo della formazione teatrale e universitario. È Direttore Artistico e Pedagogico del Centro Culturale Teatro C’art e collabora con le maggiori Scuole di Teatro professionali nazionali.


 anthony trahair            Anthony Trahair

Giocoleria e Manipolazione di oggetti

Britannico di origini, inizia a lanciare oggetti per aria mentre studia Chimica all’Università di Birmingham. Preferendo le palline alle molecole, si mette a viaggiare per l’Europa e approda in Italia nel 1997 dove inizia a studiare intensamente lo Yoga. Si dedica al Taijiquan, alla danza contact-improvisation, all’acrobatica alla clownerie e al clarinetto. In oltre 23 anni di giocoleria nelle sue lezioni e seminari introduce molte nuove persone a questa arte. Nel 2003 si trasferisce in Svizzera per tre anni per frequentare la prestigiosa Scuola di Teatro Fisico Dimitri dove approfondisce tutto. A quarant’anni, sentendo il bisogno di una testo guida sull’arte della giocoleria e facendo tesoro della sua esperienza, Anthony decide di scrivere Pearls of Juggling. L’anno scorso ha preparato uno nuovo spettacolo “What goes up must come down” di circo-teatro. Quando può cura l’orto, si arrampica sugli alberi e mangia le ciliegie.


emilie-masci_small  Emilie Masci

Preparazione atletica

Dopo dieci anni di arti marziali che le hanno permesso di studiare il movimento e l’uso del corpo si appassiona e avvicina alle arti circensi. Studia due anni giocoleria e monociclo presso la scuola CircoMaximo a Roma e frequenta da quel momento in poi diversi corsi di perfezionamento e formazione anche di differenti discipline circensi.

Dopo la laurea in Lingue e Culture dei Paesi Europei dal 2010 si avvicina al mondo dell’insegnamento.

Nel 2013 si laurea in Scienze motorie e Sportive all’università del Foro Italico a Roma, nello stesso 2013 conclude la formazione pedagogica dell’associazione Giocolieri e Dintorni con Stefano Bertelli e Tommaso Negri, relativa al circo insegnato nelle diverse fasce d’età. Studia filo teso con “Los Filonautas” (Soledad Prieto e Valentin Hecker). Attiva nel Tennistavolo con una formazione privata con Fabio Di Silvio (atleta della Marcozzi Cagliari in serie A2 è il tecnico regionale del Lazio) e la partecipazione a diversi tornei giovanili regionali fino al 2010.

Abilitata come personal trainer, ora si occupa di insegnamento e più in generale di preparazione atletica per gli adulti che si avvicinano alle arti circensi.


Cristiano Fondelli

Acrobatica a terra e palo cinese

Le sue basi affondano nella specialità della ginnastica attrezzistica, per la quale gareggia a livello agonistico fin da piccolo, per poi dedicarsi alle più variegate discipline, dalle arti marziali allo skateboard. Dal 2001 si dedica all’insegnamento di Acrobatica, dapprima allo IALS (Istituto Addestramento Lavoratori dello Spettacolo), quindi presso la Società Ginnastica Roma. Artisticamente, porta in scena quattro diverse produzioni con la compagnia di danza Botega, prima di formare nel 2003 il Five Quartet Trio, un sodalizio di successo tuttora attivo, con il quale ha partecipato a centinaia di festival, come il Mirabilia e l’Artisti in Piazza a Pennabilli.


leonardo-gambardella-2_n Leonardo Gambardella

Studio e utilizzazione della voce – Metodo Linklater

Attore formatosi all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma, è accreditato a insegnare il metodo Linklater. In teatro ha lavorato con i registi Luca Ronconi, Irene Papas, Massimiliano Civica, Fortunato Cerlino e Lindo Nudo. Nel 2004 ha vinto il premio “Originalità ed efficacia” al Festival “Il monologo e i suoi linguaggi” con Fotografia assoluta scritto, diretto e interpretato. Nel 2011 ha presentato al festival Primavera dei Teatri di Castrovillari lo spettacolo Un italiano a Macondo, scritto diretto e interpretato. Insegna voce e il metodo Linklater a Teatro Azione, tiene corsi di public speaking all’Univeristà Popolare di Roma, Upter e alla Aut-out Academy di Roma. E’ responsabile per il seminario internazionale per voce e testo Stromboli Project in collaborazione con la Festa di Teatro Eco Logico diretta da Alessandro Fabrizi.

Il Metodo Linklater si propone di rimuovere i blocchi fisici e psicologici che inibiscono lo strumento della voce umana al fine di ottenere una voce in diretto contatto con l’impulso emotivo, a cui l’intelletto dà forma senza restringerla.


aurora-pica_1  Aurora Pica

Danza e composizione coreografica

Nata a Roma, cresce stimolata da forme artistiche del tutto eterogenee: dallo studio della ginnastica artistica e ritmico-sportiva, passando attraverso lo studio della tecnica del canto pop e del pianoforte classico, approda al teatro e alla danza. Studia danza in Italia e all’estero, con maestri come: Orazio Caiti, Marika Vannuzzi, Roberto Salaorni, Sasha Ramos, Keith A. Thompson, David Zambrano, Maura Elcaras, Renate Graziadei, Arthur Staldi, Ryan Mason, Mauro Astolfi, Carla Maxwell, Maurizio Nardi, Marco Cantalupo, Roberto Zappalà, Mvula A. Sungani, Linda Magnifico, Alessandro Certini, Alex Ketley, Roberto Castello, Michele di Stefano, Paola Scoppettuolo, Silvia Gribaudi, Simone Sandroni, Rosalind Crisp, Beatrice Libonati, approfondendo la propria formazione con lo studio della danza classica (Piero Martelletta, Denis Ganio, Emanuela Bianchini, Alexander Stepkine, Patrizia Cinone), del teatro (Giancarlo Sepe, Gianluca Bondi, Andrea Cosentino, Claudio Spadola, Massimiliano Graziuso) e con la pratica del GYROTONIC®.

Nel 2004 inizia a lavorare come danzatrice per Gloria Pomardi prendendo parte a numerose produzioni. Dal 2007 al 2009 lavora per Botega Dance Company di Enzo Celli. Lavora, tra gli altri con i coreografi: Liam Steel, Orazio Caiti, Marica Vannuzzi, Mvula Sungani, Isabelle Schad e Laurent Goldring e Sharon Fridman; e con i registi: Marco Mattolini, Marco Carniti, Philip W. McKinley e Gianni Quaranta.

Nel 2012 inizia un proprio percorso di ricerca coreografica fondando l’Associazione Culturale Sakuntala della quale è direttrice artistica e coreografa. Presenta i suoi lavori in numerose rassegne e festival tra cui: “Tre passi di Donna” – Teatro Furio Camillo di Roma – , Martelive, Vari(e)Azioni – Chiostro del Bramante (RM) – Danz’è – Festival Oriente Occidente di Rovereto, Kontejner Festival, Premio Roma Danza, Dna Appunti coreografici – RomaEuropa Festival.

Nel 2013 riceve il Premio Anita Bucchi per la scena contemporanea.

Dal 2015 è direttrice artistica dell’ MJDay, realizzato dal Comitato Magic Michael, presso la Mostra d’Oltremare di Napoli.


 untitled

Valentina Versino


Danza Contemporanea ed espressività corporea

Coreografa, Autrice, Danzatrice, porta avanti da anni la sua ricerca sulla Danza Contemporanea, interpretando quest’ultima come contenitore emotivo per esprimere con il corpo e non solo temi che la interessano. Fonda la sua Compagnia  nel 2008, “WHYCOMPANY”, e crea il suo spazio residenziale nel 2011, “DANCEWHYPROJECT”, ricercando coerentemente l’andare oltre le diverse estetiche attuali della danza.
Si forma scegliendo i propri maestri in Italia e all’Estero. Fondamentale il respiro europeo che ha caratterizzato la sua formazione avvenuta tra Londra, Parigi Bruxell e Berlino, dove ha incontrato maestri come Pina Bausch, Ismael Ivo, David Zambrano, Simone Forti, Nancy Star Smith, Julian Hamilton, evitando una formazione convenzionale. Studia, lavora e poi collabora con diversi nomi del panorama internazionale della danza Contemporanea,
Si affaccia alla lirica come coreografa dell’Opera “Salome” presso lo Stabile di Bolzano e il San Carlo di Napoli. Coreografa “Il Rigoletto” per un progetto didattico dell’Opera di Roma. In veste di regista, e autrice debutta a Marzo 2015 presso il teatro Brancaccio di Roma, con lo spettacolo “BIBA”. I suoi progetti coreografici, come Father, Mother  And Me, Underskinn, Landscape sono stati rappresentati in diverse capitali europee e teatri nazionali.


silvia-antonelli_1  Silvia Antonelli 

Yoga

Silvia inizia lo studio e la pratica dello yoga a 15 anni. Frequenta il DAMS dell’Università Roma 3 e durante gli studi continua, da sola e in gruppo, la pratica dello yoga e contemporaneamente inizia a frequentare laboratori di teatro e danza in Italia e in Francia, dove passa un anno di studi. Si specializza in teatro di strada e circo. Si laurea con un tesi di sull’uso della danza contemporanea. Studia con vari maestri e compagnie (tra cui compagnia Carpentbag Brigate, Compagnia Odin Theatret, Augusto Omulù, Johnny Melville, Compagnia Instabili Vaganti, Nicole Kehrberger, Ely Rudyzuli) l’acrobatica aerea, i trampoli e il movimento corporeo. Studia e approfondisce diversi tipi di yoga, con maestri (Accademia di Cultura Orientale Satyuga di Roma, Sayonara Motta, Françoise Freedman). Attualmente collabora con diversi centri culturali ed insegna hatha yoga, kundalini yoga, power yoga, yoga per genitori e bambini, antigravity yoga. Attualmente porta avanti contemporaneamente l’insegnamento dello yoga e la sua attività performativa.


gio1_small Giovanni Modonesi

Basi di fonica e illuminotecnica

Fin da bambino entra in contatto col mondo della musica approfondendo lo studio di flauto barocco e chitarra classica per poi passare alla chitarra e al basso elettrici. Questo passaggio gli permette di acquisire esperienza nell’allestimento di concerti ed esibizioni dal punto di vista della fonica e dell’illuminotecnica.
Nell’anno 2000 consegue il diploma di progettista multimediale presso l’Istituto Quasar di Roma dove acquisisce una buona conoscenza ed esperienza di programmi di editing digitale di audio e video.
Negli anni successivi svolge attività di web designer come libero professionista e di docente di materie informatiche presso vari istituti pubblici e privati. Parallelamente continua la sua attività nel mondo della musica.
Dal 2014 è responsabile tecnico del teatro Furio Camillo dove svolge attività di fonico, tecnico luci e si occupa della manutenzione di tutta la dotazione tecnica del teatro.


foto Leonardo Angelini Leonardo Angelini

Storia del teatro e del circo

Romano, è da sempre appassionato al teatro, al circo e al cinema. Dopo la laurea e il dottorato di ricerca in storia del teatro e dello spettacolo, ha insegnato all’università La Sapienza e in diverse scuole di recitazione e di arti performative.

Ha pubblicato articoli specialistici, testi di saggistica e di narrativa. Tra le opere principali: il saggio L’attore-giocoliere (Un mondo a parte), la commedia teatrale Circo Pinocchio (Clichy), alcune biografie di personaggi dello spettacolo per il sito Treccani. Come autore e regista teatrale ha scritto e diretto diverse commedie, oltre a portare in scena alcuni lavori di Tom Stoppard, tra cui, per la prima volta in Italia, Arcadia. Si occupa di cinema come soggettista e sceneggiatore. Tra i film ai quali ha collaborato: Cuore di clown, Lo Stato della follia, Roma Golpe Capitale.
Ha partecipato come giurato a diversi festival e contest nell’ambito delle arti performative. Fa parte delle commissioni consultive che si dedicano al Fondo Unico per lo Spettacolo presso il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo.